Ricetta: I Chebureki, lo Street Food Tataro

cheburekiIl Cheburek (che in genere viene indicato solo al plurale “Chebureki”) è un piatto tipico della cucina Ucraina, di origine tatara (Crimea), piuttosto diffuso in tutti i paesi ex sovietici in cui è possibile trovarlo addirittura nei fast-food.
I chebureki sono dei fagottini di pasta ripiena con carne macina e cipolla che vengono fritti in olio di semi.
La tradizione prevede che i chebureki vengano mangiati con le mani senza utilizzare alcuna posata. Possono essere accompagnati da della smetana.
Per la loro realizzazione, useremo per l’impasto la ricetta già vista per i vareniki, mentre quella per il ripieno faremo riferimento a quella dei pelmeni.

I STEP: Ingredienti per l’impasto (12 pezzi)
500 gr di Farina 00
250 gr di Acqua Tiepida (o Latte)
2 cucchiai di Olio di Semi di Girasole
1 cucchiaio di Sale

Iniziamo subito la preparazione dell’impasto setacciando la farina, poi aggiungiamo gradualmente l’acqua ed iniziamo ad impastare. Successivamente inseriamo anche l’olio ed il sale e portiamo il nostro impasto ad essere liscio, omogeneo e non appiccicoso. Lasciamo risposare il tutto coperto da un canovaccio bagnato per una ventina di minuti. Nel frattempo ci occuperemo della preparazione del ripieno.

II STEP: Ingredienti per il ripieno
200 gr di Macinato di Vitello
200 gr di Macinato di Maiale
Mezza Cipolla Bianca media
Sale e Pepe Nero q.b.
2 cucchiai di Vino Rosso o Acqua (facoltativo)

Tagliamo molto finemente la cipolla e mescoliamola con la carne tritata. Aggiungiamo sale e pepe nero ed amalgamiamo per bene il tutto. Se il ripieno dovesse risultare troppo compatto si aggiungono o due cucchiai di vino rosso o della semplice acqua.

III STEP: Componiamo i chebureki
Trascorsi i 20 minuti, prendiamo l’impasto e dividiamolo in 12 palline. Stendiamo ogni singola pallina così da ottenere dei dischi di pasta del diametro di 20 cm e spessi circa 3 mm.
Dovremo ottenere una mezzaluna. Quindi inseriamo in una metà di questo disco di pasta circa 40 gr di ripieno stando attenti a lasciare un centimetro di bordo in modo che, quando chiuderemo il tutto per realizzare la mezza luna, i lembi dell’impasto combaceranno perfettamente. La mezza luna andrà chiusa premendo delicatamente con i polpastrelli (o la punta di una forchetta) e non sarà necessario bagnare l’impasto o passarci dell’uovo per favorirne l’aderenza.

STEP IV: la cottura dei chebureki
I chebureki vanno immersi singolarmente in un paio di cm di olio di semi di girasole a 180° e lasciati cuocere 1 minuto per lato o comunque fino a doratura. Adagiamoli su della carta assorbente qualche istante per eliminare l’olio in eccesso.

Varianti e Curiosità

  • I chebureki prima di essere fritti, possono essere congelati così da essere preparati in un secondo tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.