La Mozzarella in Carrozza (Ricetta Originale di Napoli)

Mozzarella in carrozzaLa mozzarella in carrozza è un antipasto tipico della cucina campana. Al giorno d’oggi per mozzarella in carrozza si intende un pezzo di formaggio inserito tra due fette di pancarrè che vengono passate dall’uovo, impanate e fritte. Le origini del piatto però, sembra siano antichissime, risalenti addirittura in epoca medievale in una zona compresa nelle campagne tra il Lazio e la Campania. All’epoca gli spostamenti avvenivano piuttosto lentamente e non sempre i cibi, (ed in particolare la mozzarella di bufala), arrivavano in perfetto stato di conservazione seppur ancor mangiabili. La mozzarella in carrozza nasce quindi dalla necessità di dover riutilizzare ingredienti che altrimenti non sarebbero stati più presentabili. Inizialmente la forma era rotonda proprio perchè il pane raffermo utilizzato all’epoca ricordava la ruota di una carrozza.

Ingredienti
1 Uovo
1/2 bicchiere di Latte.
300 gr di Mozzarella di Bufala (del giorno prima o del Fiordilatte)
Pancarrè q.b.
Sale q.b
Olio di Semi di Girasole q.b.

Per la preparazione della mozzarella in carrozza iniziamo con l’aprire un uovo e versiamone il contenuto all’interno di recipiente. Aggiungiamo un pizzico di sale, mezzo bicchiere di latte e mescoliamo il tutto.
Prendiamo tutte le fette di pancarrè, tagliamone i bordi e con l’aiuto di un mattarello schiacciamole un pò.
Decidiamo a questo punto che forma vogliamo dare alla nostra mozzarella in carrozza… Potremmo infatti utilizzare il pancarrè interamente, oppure dividerlo in due parti realizzando il classico ‘tramezzino’ o ancora potremmo ottenere quattro quadrati più piccoli.
Tagliamo la mozzarella a fette spesse circa mezzo centimetro, lasciamole sgocciolare ed asciughiamole brevemente con della carta assorbente. Sulla forma di pancarrè appena ottenuta adagiamo una fetta di mozzarella stando attenti a non farla strabordare. Poi sovrapponiamo un’altra fetta di pancarrè e schiacciamo i lembi con una forchetta così da sigillare il tutto.
La mozzarella in carrozza così ottenuta va dapprima passata sul composto a base di uova e latte e successivamente sul pangrattato.
Siamo pronti per friggere il tutto in olio di girasole per il tempo necessario affinché la mozzarella in carrozza si possa dorare. Non ci resta che riporla su della carta assorbente e salarla prima di servirla ben calda.

Varianti e Curiosità

  • Per il ripieno, oltre la mozzarella, possono essere utilizzati anche il prosciutto e le alicette così come spesso avviene sia nel Lazio che nel Veneto.
  • In Campania ed in particolare a Napoli, si è soliti bagnare brevemente il pane nel latte e poi lasciarlo scolare. In questo modo quando procederemo a friggere la mozzarella in carrozza il pane non assorbirà l’olio per effetto spugna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *