Ricetta: Il Pollo Arrosto con Patate (o Pollo al Forno)

Pollo arrostoIl pollo al forno con le patate, detto anche pollo arrosto, è una ricetta piuttosto facile da realizzare che prevede pochi e semplici passaggi. E’ uno di quei piatti che ricorda le domeniche in famiglia o i giorni di festa.

Ingredienti
1 Pollo
4 Patate medie
2 spicchi d’Aglio
Salvia, Rosmarino e Alloro q.b.
Timo ed Origano (facoltativi) q.b.
1 limone (per sgrassare)
Sale e Pepe Nero q.b.
Olio Extravergine di Oliva q.b.
Fiocchi di Burro q.b.

Per la preparazione del pollo arrosto, per prima cosa portiamo il pollo a temperatura ambiente (se si trovava in frigo), puliamolo, eliminiamo le eccedenze di grasso e l’ano. Fiammeggiamolo, sgrassiamolo servendoci di un limone, laviamolo ed asciughiamolo.
A questo punto inseriamo all’interno del pollo un rametto di rosmarino, uno di salvia, una foglia di alloro, (facoltativi anche timo ed origano), uno spicchio di aglio in camicia, sale e pepe. Leghiamo le zampette posteriori del pollo così da evitare che i condimenti possano fuori uscire durante la cottura.
Spennelliamo un pò di olio d’oliva sulla parte esterna del pollo e successivamente ricopriamone la superficie con un mix finemente tritato di erbe aromatiche, sale e pepe nero. Massaggiamo in modo da distribuire il tutto in modo omogeneo.
Occupiamoci delle patate… Con tutta la buccia le taglieremo a spicchi così da ottenere circa 6-8 pezzi da ogni patata di media dimensione. Versiamole all’interno della teglia, insieme ad uno spicchio di aglio in camicia, un filo di olio d’oliva, sale, pepe, un rametto di rosmarino, uno di salvia, origano ed una foglia di alloro spezzettata. Mescoliamo il tutto con le mani.
Adagiamo il pollo al centro di questa teglia, copriamo con della carta stagnola ed inforniamo per una mezz’ora a 200 gradi col programma statico. Successivamente togliamo la carta stagnola, irroriamo il pollo con il sughetto che sarà presente sul fondo della teglia e portiamo a fine cottura. (Irroreremo il pollo ancora un paio di volte prima di terminare la cottura).
Si ricorda che il tempo di cottura del pollo è di circa un’ora per kilo e cresce in modo proporzionale in base all’aumentare del peso.
Un ottimo pollo arrosto deve avere la pelle croccante ed essere succoso quindi, prima di terminare la cottura, inserendo qualche fiocco di burro sulla sua superficie e lo inforneremo nuovamente per altri 5-10 minuti. Successivamente, l’ideale, fuori dal forno, sarebbe aspettare una decina di minuti prima di servire il pollo… Utilizzeremo questo tempo per capovolgere il pollo arrosto così da permettere ai succhi di redistribuirsi meglio ed ottenere un risultato ottimale.

Varianti e Curiosità

  • Una delle problematiche più grandi relative al pollo arrosto sta nella cottura, in pratica c’è il rischio che all’interno del forno il pollo possa seccarsi troppo. In giro ho visto diverse soluzioni per ovviare a questo problema come ad esempio inserire una ciotola con dell’acqua che scaldandosi rilascia vapore e quindi umidità. Nei paesi dell’est Europa, in cui cucinano sempre ottimi polli ed anatre al forno, hanno un sacco che viene venduto in comodi rotoli tipo pellicola su cui è possibile inserire la teglia e realizzare una specie di cottura al cartoccio. Poichè questo “sacco” non è sempre facilmente reperibile nei supermercati italiani, possiamo servirci della carta stagnola così come riportato in ricetta.
  • La cottura del pollo al forno deve avvenire senza aver in precedenza eliminato la sua pelle o si seccherà eccessivamente.
  • La quantità di sale ideale da utilizzare per il pollo non dovrebbe eccedere gli 8 gr per kilo.
  • Se disponete di un termomento da cucina, la cottura del pollo al forno, si ritiene ultimata quando la temperatura al centro della coscia è di 74°.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.