Ricetta: Il Polpo alla Luciana

Polpo alla LucianaIl polpo alla Luciana è un secondo piatto tipico dell’antica cucina campana ed in particolare del Borgo di Santa Lucia che era abitato prevalentemente da pescatori detti ‘luciani’. La storia della ricetta tradizione vuole che siano stati proprio i pescatori ad inventarsi questo piatto. In particolare si narra che i pescatori fossero soliti, prima di tornare a casa da lavoro, raccogliere i polpi catturati col metodo dell’anfora, per poi cuocerli lentamente con pomodoro ed olive. Ma vediamo la ricetta nel dettaglio.

Ingredienti per 4 persone
1 kg di Polpo verace
500 gr di Pomodorini ciliegini
1 spicchio d’Aglio
1 mazzetto di Prezzemolo
1 Peperoncino
1 cucchiaio di Capperi sotto sale
100 gr di Olive di Gaeta/Taggiasche (denocciolate)
Olio Extravergine di Oliva q.b.

Il primo passo per la realizzazione del polpo alla Luciana consiste nel prendere il polpo e lavarlo sotto l’acqua corrente eliminando le interiora, gli occhi ed il dente.
Separiamo i gambi del prezzemolo dalle foglie e tritiamo finemente solo quest’ultime.
Aggiungiamo un filo d’olio extravergine d’oliva all’interno di una casseruola di coccio (o di ghisa) ed appoggiamogli sopra il polpo con la testa rivolta verso il basso ed i tentacoli che quindi lo ricoprono uniformemente.
Aggiungiamo lo spicchio d’aglio sbucciato, i gambi del prezzemolo ed il peperoncino frantumato.
Tagliamo a metà i pomodorini ed aggiungiamoli insieme alle olive ed ai capperi dissalati.
Aggiungiamo una mezza mestolata di acqua, ricopriamo col coperchio e lasciamo cuocere per circa un’ora e mezza a fiamma medio bassa senza mescolare mai e senza togliere il coperchio.
Non dovrebbe essere necessaria l’aggiunta di sale perché il polpo è già salato di suo e a questo si aggiunge la sapidità apportata dalle olive e dai capperi.
A fine cottura eliminiamo i gambi del prezzemolo e l’aglio.
In un piatto da portata versiamo alla base il sugo ottenuto dalla cottura e sopra adagiamoci il polpo. Spolverizziamo con le foglie di prezzemolo finemente tritate e diamo un giro finale di olio a crudo. Ultimiamo il piatto con dei crostini di pane ai bordi.

Curiosità e Varianti

  • Il polpo alla Luciana non è un semplice secondo piatto ma lo potremmo definire ‘universale’ infatti può essere utilizzato anche come antipasto (con dei crostini o come primo piatto (aggiungendo al sugo degli spaghetti o linguine).
  • Se non siamo in estate e quindi risulta complesso trovare i pomodorini potremmo sostituirli con dei San Marzano o dei pelati.
  • Riducendo i tempi di cottura è possibile utilizzare più polipetti invece di un unico polpo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *